Ricerca Avanzata
Risultati della ricerca

Ampliamento del volume riscaldato, si ha diritto al superbonus?

by unicase on 12 Gennaio 2021
Ampliamento del volume riscaldato, si ha diritto al superbonus?

Con la risposta n 24 dell’8 gennaio 2021, l’Agenzia delle Entrate ha fornito delucidazioni sulla possibilità di usufruire delle detrazioni del superbonus anche per gli interventi di ristrutturazione che implicano un ampliamento del volume riscaldato.

Nell’istanza di interpello in oggetto, l’istante chiede all’Agenzia se ha diritto alle detrazioni del superbonus per i lavori di ristrutturazione senza demolizione su un’abitazione unifamiliare “funzionalmente indipendente” che comportano un ampliamento del volume riscaldato e contestualmente interventi di efficientamento energetico sulla porzione di abitazione esistente (cappotto esterno, pompa di calore e fotovoltaico) con un miglioramento di due classi energetiche.

Nella sua risposta L’Agenzia delle Entrate fa riferimento alla circolare dell’8 luglio 2020 n 19/E nella quale è stato ribadito che in caso di lavori di ristrutturazione senza demolizione di un edificio esistente e con ampliamento dello stesso, la detrazione del superbonus spetta solo per le spese riferibili alla parte esistente, perché l’amplicamento può essere definito come “una nuova costruzione”.

Pertanto, il contribuente potrà usufruire della detrazione maggiorata del superbonus solo per la parte che corrisponde agli interventi effettuati sulla parte già esistente, con esclusione dell’ampliamento. Sarà suo compito, inoltre, mantenere distinte in termini di fatturazione le due tipologie di intervento (ristrutturazione e ampliamento) o in alternativa essere in possesso di un’apposita attestazione che indichi gli importi riferibili a ciascuna tipologia di intervento. L’attestazione deve essere rilasciata dall’impresa di costruzione o ristrutturazione o dal direttore dei lavori sotto la propria responsabilità, utilizzando criteri oggettivi.

 

“idealista.it – 12/01/2021”

Share

confrontare