Ricerca Avanzata
Risultati della ricerca

Comprare una seconda casa: i sei passi per farlo bene

by Amministratore on 15 Settembre 2020
Comprare una seconda casa: i sei passi per farlo bene
Comments:0

La pandemia da Covid ha fatto riscoprire a molti italiani il bello della seconda casa. Località in cui si possedevano abitazioni di famiglia, anche datate, si sono ripopolate nei mesi estivi grazie al ritorno alle origini e al turismo di prossimità. Ma anche chi non possiede ancora una seconda casa ha avuto modo in questi mesi di farci un pensiero, per poter avere un posto in cui trascorrere in sicurezza dei periodo di relax senza necessariamente recarsi in zone turistiche affollate o in hotel.

Vediamo quindi insieme quali passi occorre percorrere per l’acquisto della seconda casa.

  • Stabilire budget e luogo prescelto. Le due cose vanno a braccetto perché se si desidera una seconda casa in una rinomata località turistica è evidente che anche il budget a disposizione deve essere di un certo tipo mentre per disponibilità inferiori ci si potrà accontentare di zone limitrofe a quelle di interesse, più economiche ma magari altrettanto caratteristiche. Nella ricerca degli immobili a disposizione i portali immobiliari come unicase.it sono assolutamente indispensabili per orientarsi tra le varie offerte disponibili.
  • Visitare la casa. Questo passaggio può essere duplice: una prima fase consiste nell’approccio “virtuale” all’immobile (studio attento di fotografie e planimetrie quando disponibili, visita virtuale). Una seconda fase, nel momento in cui l’immobile si conferma interessante, è il contatto di persona con l’agenzia e la visita della casa, ovviamente nel rispetto delle norme di sicurezza vigenti. Questo momento è molto importante in quanto è qui che si possono vedere quei difetti (o quei pregi) che virtualmente sono invisibili: location in cui è inserita la casa, eventuali problemi strutturali dell’edificio, interventi da dover effettuare dopo l’acquisto e, perché no, anche i vicini di casa.
  • Proposta d’acquisto. Quando si è scelta la casa dei sogni, il passo successivo è quello della proposta d’acquisto. L’agente chiede di firmare un documento scritto in cui compaiono i dati del venditore e dell’acquirente, l’entità della proposta, il mezzo con cui verrà corrisposto il pattuito e la caparra concordata. La proposta verrà poi trasmessa all’acquirente che l’accetterà, controfirmandola, o la rifiuterà, avanzando una controproposta, che a sua volta andrà accettata o rifiutata dall’acquirente. Se la proposta viene accettata, tutto è pronto per i passi successivi.
  • La scelta del notaio. Nella proposta d’acquisto si indica anche il notaio di riferimento per le pratiche successive. L’agenzia può proporre un nome, l’acquirente ha diritto a proporne altri, e comunque a scegliere sulla base del preventivo più conveniente.
  • Il “compromesso”. Alla firma del contratto preliminare d’acquisto l’impegno diventa irrevocabile da entrambe le parti. L’acquirente versa la caparra e a quel punto la compravendita è avviata in maniera vincolante. Se l’acquirente dovesse cambiare idea per qualche ragione, perderà la caparra. Se a cambiare idea sarà il venditore, questi dovrà poi versare il doppio della caparra come risarcimento. Più alta sarà la caparra, minore sarà la possibilità che le parti decidano di tornare sui propri passi.
  • Il rogito. Questo è l’atto pubblico con cui avviene il passaggio di proprietà. In caso il venditore abbia un mutuo sulla casa venduta ed intenda estinguerlo con la somma incassata, si chiederà all’acquirente di emettere due assegni circolari (preferibili al bonifico, che andrebbe emesso prima della data del rogito, a maggior tutela dell’acquirente), uno a favore della banca del mutuatario, pari all’ammontare dei conteggi residui, l’altro eventualmente a favore del venditore, pari all’ammontare in più. Altrimenti l’assegno sarà completamente a favore della banca (in caso coprisse interamente il mutuo) o del venditore (in assenza di mutuo). A quel punto, la casa è passata di mano.

 

 

FONTE TRATTA DA IDEALISTA DEL 25 AGOSTO 2020

Share

confrontare